Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 08 ottobre 2014 alle ore 11:19.
L'ultima modifica è del 08 ottobre 2014 alle ore 13:19.

08/10/2014

Con la sentenza n. 4861/2014, la sez. III del Consiglio di Stato si è pronunciata sulla vicenda di un Commissario di Polizia di Stato, assegnato alla Questura di Chieti dal 1989, candidatosi alla carica di consigliere alle elezioni comunali, che si sarebbero svolte a Chieti il 3 e 4 aprile 2005, che aveva presentata al Dipartimento di PS domanda di trasferimento, ai sensi del Dpr n. 335/1982, art. 53, a Pescara. Visto che il commissario non era stato eletto consigliere comunale, il Dipartimento di PS ne disponeva il trasferimento, ai sensi dell’art. 53 Dpr n. 335/1982, al Commissariato distaccato di Lanciano(CH) con decorrenza immediata.

Avverso tale trasferimento il Commissario proponeva ricorso, ottenendo ragione nel merito. Avverso la decisione di primo grado, proponeva appello il...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.