Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 giugno 2018 alle ore 11:52.
L'ultima modifica è del 11 giugno 2018 alle ore 14:43.

11/06/2018

In sede di esecuzione del giudicato che comporti una nuova approvazione del «piano cave», correttamente la pianificazione estrattiva deve tener conto dello stato del mercato a tutela sia del principio di continuità dell’azione amministrativa sia degli interessi degli stessi operatori del settore. È quanto afferma il Consiglio di Stato, Sezione V, con la sentenza 21 maggio 2018, n. 3040.

Il caso
Il Consiglio di Stato si pronunzia – a seguito di una lunga vicenda giudiziaria - sul ricorso in appello proposto dalla Regione Lombardia per la riforma di  quattro sentenze di identico contenuto, con le quali il Tribunale amministrativo regionale di primo grado aveva accolto i ricorsi  proposti da Società esercenti l’estrazione di materiale in terreni asseritamente  inseriti negli ambiti...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.