Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 giugno 2018 alle ore 12:43.
L'ultima modifica è del 28 giugno 2018 alle ore 14:42.

28/06/2017

La Corte di cassazione, con sentenza n. 10138 del 26.04.2018, ha confermato la legittimità del risarcimento del danno biologico nei confronti di un dipendente dell’Inpdap, il quale, dopo aver ricoperto la funzione di posizione organizzativa, era stato assegnato a mansioni nettamente inferiori rispetto quelle di inquadramento.
Già la Corte d’Appello di Venezia, con sentenza non definitiva n. 427/2011, poi seguita da sentenza definitiva n. 868/2011, aveva confermato la pronuncia del Tribunale di Treviso con cui l’Inpdap era stato condannato al risarcimento del danno biologico cagionato al ricorrente, nonché al pagamento di 160 ore di lavoro straordinario, prestate dallo stesso.
Avverso detta sentenza l’Inps ha proposto ricorso per Cassazione, lamentando, anzitutto, che l’attribuzione...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.