Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 novembre 2017 alle ore 12:44.
L'ultima modifica è del 17 novembre 2017 alle ore 13:43.

17/11/2017

In presenza di un accertamento strumentale del tasso alcolemico conforme alla previsione normativa grava sull'imputato l'onere di dimostrare le circostanze in grado di privare il riscontro di valenza dimostrativa della sussistenza del reato. A tal fine non è sufficiente invocare il solo intervallo temporale intercorrente tra l'ultimo atto di guida e l'espletamento dell'accertamento.
Così ha deciso la Corte di cassazione, sezione IV penale, sentenza n. 50973/2017.

Il caso
Il conducente di un veicolo ha proposto ricorso in cassazione avverso la sentenza della Corte d'Appello che, riformando la decisione di primo grado, lo aveva ritenuto colpevole del reato previsto all'articolo 186 del Codice della strada. Egli rilevava che l'accertamento del tasso alcolemico era stato effettuato con due distinte...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.