Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 novembre 2017 alle ore 14:54.
L'ultima modifica è del 23 novembre 2017 alle ore 15:54.

23/11/2017

I risultati del prelievo ematico effettuato per terapie di pronto soccorso a seguito di incidente stradale, su richiesta della polizia giudiziaria e non preordinate ai fini della prova della responsabilità penale, sono utilizzabili nei confronti dell'imputato per l'accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza. Si tratta di elementi di prova acquisiti attraverso la documentazione medica e non rileva la mancanza del consenso dell'interessato.
Così ha deciso la Corte di cassazione, sezione IV penale, con sentenza n. 51729/2017.

La rilevazione del tasso alcolemico
L'articolo 186 comma 5 del decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285 dispone che:
• per i conducenti coinvolti in incidenti stradali e sottoposti alle cure mediche l'accertamento del tasso alcolemico viene effettuato su richiesta degli...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.