Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 novembre 2014 alle ore 10:04.
L'ultima modifica è del 19 novembre 2014 alle ore 15:39.

18/11/2014

Niente giurisdizione della Corte dei conti sugli amministratori delle società a capitale pubblico, quando queste ultime difettano dei requisiti richiesti per la configurabilità dell’in house providing. In particolare, quando a mancare è il requisito del vincolo statutario della chiusura dell’azionariato al capitale privato. Con le decisioni nn. 22608 e 22609 del 24.10.2014, le SS.UU. della Cassazione hanno, in questi termini, confermato l’indirizzo fatto proprio, al riguardo, sin da Cass., SS.UU., sent. n. 26283/2013.

Le conseguenze sulla verifica preliminare cui è tenuta la Corte dei conti

Nel confermare l’indirizzo inaugurato circa un anno fa, le SS.UU. pongono anzitutto una questione di metodo, vincolando le Procure regionali prima e le Corti giudicanti contabili poi...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.